TNBC metastatico: ipatasertib prolunga il beneficio in termini di PFS di paclitaxel in prima linea

  • Lancet Oncol

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano
Conclusioni
  • Nelle pazienti con carcinoma mammario triplo negativo (triple-negative breast cancer, TNBC) metastatico il trattamento con il nuovo farmaco ipatasertib più paclitaxel determina un prolungamento della PFS rispetto a placebo più paclitaxel.
Perché è importante
  • Dato che il TNBC metastatico presenta una prognosi infausta, questa sperimentazione di fase 2 offre speranza per una nuova classe di farmaci, gli inibitori di AKT, e giustifica ulteriori studi in una sperimentazione di fase 3.
Disegno dello studio
  • In questa sperimentazione di fase 2, randomizzata, controllata con placebo, in doppio cieco 124 pazienti sono state assegnate casualmente a paclitaxel (80 mg/m2) più ipatasertib (400 mg) o paclitaxel più placebo ogni 28 giorni fino a progressione della malattia o tossicità inaccettabile.
  • Finanziamento: F. Hoffman-LaRoche.
Risultati principali
  • Il gruppo trattato con ipatasertib ha ottenuto una PFS mediana maggiore, 6,2 mesi, rispetto a 4,9 mesi con il placebo (HR: 0,60; P=0,037).
  • Il 23% del gruppo trattato con ipatasertib ha sviluppato diarrea come evento avverso di grado 3 o peggiore rispetto allo 0% del gruppo placebo.
  • Il 28% del gruppo trattato con ipatasertib ha sviluppato un evento avverso grave rispetto al 15% del gruppo placebo.
Limite
  • Campione di dimensioni relativamente piccole.