Terapia focale: il 41% dei pazienti presenta tumore prostatico clinicamente significativo dopo 6 mesi

  • Mortezavi A & al.
  • J Urol
  • 01/05/2019

  • Deepa Koli
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Viene diagnosticato tumore prostatico (prostate cancer, PCa) clinicamente significativo (cs, cs-PCa) al 41% dei pazienti 6 mesi dopo il trattamento con ultrasuoni ad alta intensità focalizzati (high-intensity focused ultrasound, HIFU).
  • Il follow-up basato su RM e PSA risulta inefficace; per identificare i pazienti che necessitano di terapia di salvataggio precoce è necessaria una biopsia.

Perché è importante

  • La terapia focale è stata proposta come alternativa alla terapia radicale, associata a significativi effetti avversi genitourinari.

Disegno dello studio

  • 75 pazienti con tumore prostatico localizzato naïve al trattamento sono stati sottoposti a RM multiparametrica (mpRM) e biopsia transperineale con mappatura, seguite da ablazione focale con HIFU.
  • Finanziamento: Ospedale universitario di Zurigo.

Risultati principali

  • Il 93% dei pazienti presentava tumori a rischio intermedio.
  • Il 41,2% dei pazienti sottoposti a biopsia dopo 6 mesi presentava cs-PCa (pattern di Gleason 4).
    • Il PSA (OR: 1,17; P=0,71) non era un predittore significativo di cs-PCa.
    • La sensibilità della mpRM era del 14,3%.
  • Rispetto al basale,
    • non è stata osservata alcuna differenza nell’indice composito ampliato per il tumore della prostata (Expanded Prostate Cancer Index Composite, EPIC; P=0,28), nel punteggio internazionale dei sintomi prostatici (International Prostate Symptom Score, IPSS; P=0,06) e nei punteggi della valutazione funzionale della terapia antitumorale per il tumore prostatico (Functional Assessment of Cancer Therapy-Prostate cancer, FACT-P; P=0,16);
    • è stata osservata una riduzione dei punteggi dell’indice internazionale della funzione erettile (International Index of Erectile Function, IIEF) a 15 item (35,0 vs. 51,5; P
  • Il 98,4% dei pazienti ha usato ≤1 pannolino di sicurezza e il 68,9% ha riportato un’erezione sufficiente per la penetrazione.

Limiti

  • Follow-up breve.