Teramo, allagamento reparto Radiologia ospedale, danni a server e apparecchiature

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Teramo 7 mar. (Adnkronos Salute) - Riunione dell'Unità di crisi della Asl di Teramo, questa mattina, e, tra i vari argomenti trattati, l'allagamento, all'alba di venerdì scorso, del reparto di Radiologia dell'ospedale di Teramo che ha creato gravi danni a strutture e apparecchiature sottostanti.

"Presumibilmente - spiega la Asl - la rottura di un rubinetto in un bagno ha generato il problema, a seguito del quale la Tac a 64 strati, per la quale si è in attesa di un pezzo di ricambio dall’Olanda, è fuori uso e le urgenze vengono dirottate nelle altre Tac funzionanti all’interno della Asl. Lievi danni anche a un mammografo la cui funzionalità oggi è stata ripristinata.  Danneggiati i server aziendali nell’adiacente Data center della Asl: è entrato in funzione il sito di Disaster Recovery ubicato nel presidio ospedaliero di Giulianova. Ma  questo data center di backup è meno potente per cui si sono creati alcuni rallentamenti nella gestione di notevoli flussi di dati, in particolare questo è avvenuto per l’accettazione degli esami di laboratorio. Tutto ciò ha creato un allungamento delle attese per i pazienti che si sono recati nella decina di punti di accettazione degli esami di laboratorio attivi in tutta la Asl. I tecnici informatici della Asl sono in contatto con le ditte esterne per risolvere il problema al più presto".

"Ci scusiamo per i disagi, che sono indipendenti dalla nostra volontà - dichiara il direttore generale Maurizio Di Giosia - e stiamo lavorando alacremente per riparare i guasti e ridurre al minimo i disservizi per i cittadini sin dalle prime ore del mattino di venerdì, per tutto il fine settimana e anche ora".