Tendenza alla diagnosi di CRC in età più giovane negli Stati Uniti.

  • Virostko J & al.
  • Cancer
  • 22/07/2019

  • Jim Kling
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Tra il 2004 e il 2015 è stato osservato un aumento della percentuale di pazienti con diagnosi di tumore colorettale (colorectal cancer, CRC) di età inferiore ai 50 anni che possiedono inoltre una maggiore probabilità di presentare malattia in stadio avanzato.

Perché è importante

  • La tendenza corrisponde a quella osservata in un’analisi del programma Surveillance, Epidemiology, and End Results del National Cancer Institute e potrebbe essere un’informazione utile nelle discussioni sulle raccomandazioni per lo screening precoce del CRC.

Disegno dello studio

  • Analisi retrospettiva dei dati del registro National Cancer Database (n=1.185.763).
  • Finanziamento: National Cancer Institute (NCI), Cancer Prevention and Research Institute of Texas.

Risultati principali

  • L’89% dei casi è stato diagnosticato a 50 anni o più e l’11% a 50 anni o meno.
  • Nei soggetti più giovani:
    • il tumore rettale primitivo era più comune (40,0% vs. 28,5%; P
    • era più probabile una diagnosi di tumore in stadio III o IV (51,6% vs. 40,0%).
    • La percentuale di tutte le diagnosi di CRC è aumentata dal 10,0% nel 2004 al 12,2% nel 2015.
  • L’età media alla diagnosi è diminuita di 0,21 anni (IC 95%: 0,18–0,24 anni) ogni anno per il tumore rettale e di 0,19 anni (IC 95%: 0,16–0,22 anni) ogni anno per il tumore del colon.
  • L’aumento della percentuale di diagnosi in età più giovane è stata osservata nei soggetti caucasici ispanici (P

Limiti

  • Analisi retrospettiva.