Stipsi cronica, efficacia dei farmaci a confronto


  • Elena Riboldi — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • In pazienti adulti con stipsi cronica idiopatica, a 4 settimane i derivati del difenilmetano sono superiori per efficacia agli altri trattamenti.
  • A 12 settimane, il farmaco più efficace, anche in pazienti che non avevano risposto ai lassativi, è la prucalopride.

 

Descrizione dello studio

  • Una revisione sistematica della letteratura ha permesso di identificare 33 studi randomizzati controllati in cui era stato testato un trattamento di almeno 4 settimane per la stipsi cronica idiopatica in pazienti adulti (n=17.214).
  • Sono stati estratti i dati relativi a tutti gli endpoint, preferibilmente a 4 e 12 settimane.
  • È stata condotta una metanalisi a rete a effetti casuali.
  • I P-score utilizzati per il ranking misurano il grado di certezza che un trattamento sia meglio di un altro.

 

Risultati principali

  • Sono stati inclusi nell’analisi lassativi osmotici o stimolanti, elobixibat, linaclotide, lubiprostone, mizagliflozin, naronapride, plecanatide, prucalopride, tegaserod, tenapanor e velusetrag.
  • Se la risposta era definita come ottenimento di 3 o più movimenti spontanei completi dell'intestino alla settimana, i farmaci più efficaci erano:
  • a 4 settimane: derivati del difenilmetano bisacodile e sodio picosolfato 10 mg/die (RR per il fallimento 0,55; IC 95% 0,48-0,63; P-score 0,99)
  • a 12 settimane: prucalopride 2 mg/die (RR 0,82; 0,78-0,86; P-score 0,96).
  • Se la risposta era definita come aumento di 1 o più movimenti spontanei completi dell'intestino alla settimana rispetto alla baseline, i farmaci più efficaci erano:
  • a 4 settimane: derivati del difenilmetano 10 mg/die (RR 0,44; IC 95% 0,37-0,54; P-score 0,99)
  • a 12 settimane: prucalopride 4 mg/die (RR 0,74; 0,66-0,83; P-score 0,79).
  • A 12 settimane, linaclotide 290 µg/die e prucalopride 2 mg/die avevano un’efficacia simile a prucalopride 4 mg/die (P-score 0,76 e 0,71, rispettivamente).
  • Il bisacodile era all’ultimo posto nel ranking per la sicurezza per via del numero di eventi avversi totali e del dolore addominale (P-score 0,08).

 

Limiti dello studio

  • La maggior parte dei trial era stato fatto su pazienti rinviati allo specialista, l’efficacia in assistenza primaria non è chiara.
  • La durata del trattamento nella maggior parte dei trial era 4-12 settimane, servono dati sulla sicurezza a lungo termine.

 

Perché è importante

  • Esistono molti farmaci per la stitichezza cronica idiopatica, ma mancano studi randomizzati che ne confrontino direttamente l’efficacia.