Speranza, 'priorità lavorare su recupero liste d'attesa'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 31 mar. (Adnkronos Salute) - "E' una priorità quella di lavorare, nelle prossime settimane, per il forte recupero" delle liste di attesa che con la pandemia si sono allungate. "E abbiamo cominciato a farlo dentro un quadro epidemiologico che ci auguriamo possa non far riscontrare più la pressione sugli ospedali". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, rispondendo durante il Question time al Senato all'interrogazione sulle misure per la riduzione delle liste di attesa per le prestazioni sanitarie. Un tema che Speranza ha definito "decisivo per il futuro del nostro Sistema sanitario nazionale" .

"Non vi è alcun dubbio che durante le diverse ondate di questi due anni, non semplici, di pandemia - ha continuato Speranza - ci siano stati rallentamenti nelle attività di screening, di visite mediche e di interventi chirurgici che non erano strettamente urgenti". E' stato stanziato, in due fasi, "circa un miliardo, non una cifra banale" per il recupero delle prestazioni non effettuate. Ma "ritengo si debba ancora investire su questo fronte perché è una priorità assoluta. Il problema delle liste di attesa non nasce con il Covid. E' una grande questione su cui dobbiamo lavorare". Infine, ha concluso Speranza, "per l'obiettivo di rafforzamento del nostro Sistema sanitario nazionale sarà decisiva un'alleanza molto forte tra Governo e Parlamento. Questo perché ci sono più risorse ma ne serviranno ancora di più".