Speranza, 'istituita Consulta permanente professioni sanitarie'


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 7 gen. (Adnkronos Salute) - "Ho appena firmato il decreto che istituisce la consulta permanente delle professioni sanitarie e socio-sanitarie. Un luogo di dialogo, ascolto e confronto tra medici, infermieri, farmacisti e professionisti della salute. È anche così che si migliora il Servizio sanitario nazionale". A scriverlo in un posto su Facebook il ministro della Salute, Roberto Speranza.

"Salutiamo con estrema soddisfazione e orgoglio la firma del ministro della Salute Roberto Speranza sul decreto che istituisce la Consulta delle professioni sanitarie e sociosanitarie. Oggi si apre una nuova stagione, che vede nel dialogo tra le professioni il reticolato su cui far prosperare e fiorire il nostro Servizio sanitario nazionale, e nell’espressione della sussidiarietà degli Ordini la piena garanzia dei diritti dei cittadini". Così il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, commenta la notizia della firma sul Decreto che istituisce la Consulta. Ad auspicarla era stato lo stesso presidente della Fnomceo, il 26 novembre scorso a Firenze, in un convegno congiunto con le altre professioni alla presenza di Speranza.

"E' giunto il momento di lasciarci alle spalle un periodo di conflittualità fra le professioni, per affrontare una modalità nuova e costruttiva che trovi nel team, nella sinergia, la maniera più efficace di tutelare il diritto alla salute dei cittadini - continua Anelli - È necessario assicurare l’integrazione e l’interdipendenza virtuosa dei diversi profili e delle peculiari competenze professionali che concorrono all'ottimale organizzazione dei servizi assistenziali da garantire ai cittadini in maniera uniforme e omogenea sul territorio nazionale".

''L'istituzione della Consulta permanente delle professioni sanitarie è un passo importante per aprire una nuova fase della governance dell’assistenza sanitaria, che si allontani dalla logica economicista e si basi sulla ricognizione effettiva dei bisogni e delle criticità del Servizio sanitario, confrontandosi con i professionisti della salute che ogni giorno cercano di rispondere nel modo migliore alla domanda di cure e assistenza dei cittadini". E' il commento del presidente della Federazione degli Ordini dei farmacisti italiani, Andrea Mandelli, sulla firma del decreto ministeriale che ha istituito il nuovo organismo consultivo.

"La Federazione - aggiunge Mandelli - rivolge un plauso al ministro della Salute, Roberto Speranza, per la sua politica volta al massimo coinvolgimento di tutti gli attori della tutela della salute, così come era stato richiesto anche nel corso dell'Assemblea nazionale delle professioni sanitarie il 23 febbraio 2019. La Federazione, i farmacisti italiani, offrono fin d'ora la massima collaborazione al ministro per quella che ci auguriamo sia una stagione di rinascita del nostro Servizio sanitario".