Speranza, 'formazione chiave, puoi comprare camici non medici'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 14 feb. (Adnkronos Salute) - "Di fronte a una pandemia così complessa da gestire, a un virus sfidante, abbiamo imparato che potevi comprare le mascherine da qualsiasi altra parte del mondo, potevi cercare sul mercato internazionale i respiratori, i camici, i guanti, ma non potevi comprare le donne e gli uomini, i medici, gli infermieri, il personale sanitario. O lo hai formato con anni di programmazione, oppure non ce l'hai nell'esatto istante in cui ti servono. Io penso che questa sia una lezione importante" di Covid-19, "che deve farci aprire una pagina diversa". L'invito a farne tesoro è stato ribadito dal ministro della Salute Roberto Speranza, oggi a Milano durante l'inaugurazione dell'Anno accademico 2021-2022 dell'università Vita-Salute San Raffaele.

"Pensate alle borse di specializzazione. Mediamente - ha ricordato - si finanziavano 5mila-6mila borse all'anno fino a 3 anni fa. Nell'ultimo anno ne abbiamo finanziate 17.400, il doppio di 2 anni fa, il triplo di 3 anni fa". Ma anche nel futuro "dobbiamo continuare ad investire - ha esortato Speranza - perché le risorse umane in sanità sono davvero il patrimonio più prezioso che abbiamo".

Dal palco il ministro ha rivolto anche un "grazie a tutti coloro che ogni giorno lavorano per tenere viva e forte l'esperienza del San Raffaele e del Gruppo San Donato, che è patrimonio del nostro Paese non solo per l'impegno svolto dentro questo ambito territoriale, ma per l'impegno nazionale e anche l'impegno internazionale che io stesso poche settimane fa ho avuto modo di toccare con mano".