Speranza, '3,4 mln italiani malati di cancro, al via 3 progetti ad hoc'


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 24 ott. (Adnkronos Salute) - "In Italia oggi 3,4 milioni di persone, ossia il 5,3% della popolazione, vive dopo una diagnosi di cancro. A partire da gennaio verranno finanziati 3 progetti strategici per la lotta ai tumori". Lo ha annunciato il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo al Quirinale alla cerimonia annuale dedicata all'Airc.

"Il primo - ha specificato il ministro - mira ad agire sulla percezione della collettività nei confronti della predisposizione genetica al cancro, che non e' entrata ancora nella consapevolezza della popolazione e, grazie a un nuovo test per il tumore del polmone, si avvierà un piano di prevenzione mirata ai familiari a rischio; al via anche uno studio dei dati grazie a una banca che centralizzerà quelli genomici". Altro progetto importante quello mirato a "sviluppare le terapie Car-T, oggi disponibili solo per malattie ematologiche per pazienti prima senza speranza. Alleanza contro il cancro si occuperà di mirare su altri tumori e sono previsti 60 mln di euro destinati a 6 strutture per la produzione di queste terapie cellulari".

"L'oncologia personalizzata - ha concluso Speranza - sta trasformano l'approccio al paziente, e l'analisi genomica dimostra che ogni paziente ha la sua malattia. Per questo spesso i malati si muovono per cercare competenze per il loro specifico tumore: occorre fare rete per renderli pazienti dell'intero Ssn, con una comunità medica che li accompagni in un percorso condiviso. Solo in questo contesto si potrà essere di ausilio non solo al singolo ma alla collettività, per il rispetto della tutela del diritto alla salute".