Sintilimab più terapia combinata ottengono buoni risultati nell’NSCLC in stadio avanzato

  • J Thorac Oncol

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Pazienti cinesi con tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) non squamoso in stadio IIIB-IV trattati in prima linea con sintilimab in combinazione con pemetrexed e chemioterapia a base di platino hanno ottenuto una sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) e un tasso di risposta obiettiva (objective response rate, ORR) significativamente migliori rispetto a quelli trattati con la terapia combinata e un placebo.

Perché è importante

  • Scarseggiano dati che esaminino le potenziali differenze basate sull’origine o sull’etnia nei profili di sicurezza dell’immunoterapia.

Disegno dello studio

  • Sperimentazione di fase 3, randomizzata, in doppio cieco.
  • 397 pazienti con NSCLC non squamoso in stadio da IIIB a IV hanno ricevuto sintilimab (n=266) o placebo (n=131) in combinazione con pemetrexed e chemioterapia a base di platino.
  • Finanziamento: Innovent Biologics, Inc.; Eli Lilly and Company.

Risultati principali

  • La PFS mediana era significativamente maggiore con sintilimab rispetto al placebo:
    • 8,9 rispetto a 5,0 mesi;
    • HR=0,482 (P
  • L’ORR era significativamente migliore con sintilimab rispetto al placebo:
    • 51,9% rispetto a 29,8% (P=0,00003).
  • È stato osservato un beneficio in termini di PFS e ORR con sintilimab indipendentemente dal punteggio percentuale del tumore per il ligando 1 della proteina di morte cellulare programmata.
  • La sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana non è stata raggiunta, ma è stata osservata una tendenza a una OS migliore con sintilimab (HR=0,609; IC 95%, 0,400-0,926).
  • L’incidenza di eventi avversi di grado 3 o peggiore era del 61,7% con sintilimab e del 58,8% con placebo.

Limiti

  • Mancanza di follow-up a lungo termine.