Sertralina: poca efficacia sui sintomi di tipo depressivo in medicina generale


  • Roberta Villa — Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • In uno studio controllato e indipendente condotto in un contesto di cure primarie, la sertralina non ha dimostrato vantaggi statisticamente significativi rispetto a placebo a 6 settimane, e lievi a 12, nei confronti dei sintomi di depressione da leggeri a gravi.
  • Sono stati invece registrati miglioramenti statisticamente significativi nei confronti dell’ansia e in termini di qualità della vita e benessere mentale percepito dal paziente.

Descrizione dello studio

  • Grande studio multicentrico e randomizzato in doppio cieco, che ha coinvolto 179 centri di medicina generale di 4 città britanniche (Bristol, Liverpool, London e York).
  • Sono stati inclusi 655 pazienti adulti (18-74 anni), con sintomi depressivi di qualunque gravità da almeno 2 anni randomizzati 1:1 a sertralina (50 mg per una settimana, poi 100 mg per 11 settimane) o placebo per os , con stratificazione per gravità, durata e entro medico.
  • Outcome primario: sintomi depressivi a 6 settimane dalla randomizzazione, misurati col Patient Health Questionnaire, nella versione in 9 punti (PHQ-9).
  • Outcome secondari a 2, 6 e 12 settimane: sintomi depressivi e remissione (PHQ-9 e Beck Depression Inventory-II), disturbi d’ansia generalizzata (Generalised Anxiety Disorder Assessment 7-item version), qualità della vita in relazione alla salute fisica e mentale (Short-Form Health Survey in 12 punti) e miglioramento riferito.
  • Analisi per intention-to-treat.
  • Fonte del finanziamento: National Institute for Health Research.

Risultati principali

  • A 6 settimane non si è registrata una differenza significativa tra il punteggio PHQ-9 medio nel gruppo di trattamento (7,98; DS=5,63) e placebo (8,76; DS=5,86) (differenza proporzionale aggiustata= 0,95; IC 95% 0,85-1,07; P=0,41), mentre a 12 settimane i punteggi PHQ-9 del gruppo sertralina erano in media del 13% inferiori rispetto a placebo (differenza 0,87, IC 95% 0,79–0,97).
  • La sertralina ha però portato a una riduzione dei sintomi di ansia, a un incremento nella qualità di vita in relazione alla salute mentale (non fisica) e a un miglioramento nella salute mentale riferita.

Perché è importante

  • Si tratta del più grande trial controllato non finanziato dall’industria farmaceutica.
  • Il disegno dello studio ha consentito di riprodurre le condizioni real life della medicina generale, mentre la maggior parte dei trial sono in genere condotti in servizi psichiatrici di secondo livello.