Secondo uno studio svizzero i pazienti con melanoma sono maggiormente a rischio di sviluppare tumori primitivi aggiuntivi

  • Oncotarget

  • Brian Richardson, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti con melanoma cutaneo presentano un rischio innalzato di sviluppare tumori primitivi aggiuntivi (additional primary tumor, APT) ematologici e solidi.

Perché è importante

  • Questo studio conferma ulteriormente la ricerca precedente che evidenzia un legame tra il melanoma e lo sviluppo di altri tumori primitivi e sottolinea l’importanza del follow-up a lungo termine.

Risultati principali

  • Il 4,5% dei pazienti con melanoma ha sviluppato APT, con un aumento complessivo del rischio (rapporto standardizzato di incidenza [standardized incidence ratio, SIR]: 2,71 [IC 95%: 1,96–3,63]) rispetto ai partecipanti di controllo.
  • Le pazienti di sesso femminile con melanoma presentavano un rischio più alto di carcinoma mammario (SIR: 2,46; IC 95%: 1,06–4,86) e tumore della tiroide (SIR: 38,1; IC 95%: 10,38–97,54).
  • I pazienti di sesso maschile con melanoma presentavano un rischio più alto di tumore della laringe (SIR: 76,92; IC 95%: 1,01–427,9), mielomi multipli (SIR: 11,2; IC 95%: 1,36–40,6), tumore dell’esofago (SIR: 10,8; IC 95%: 1,31–39,1) e tumore della tiroide (SIR: 48,8; IC 95%: 5,91–176,2).

Disegno dello studio

  • Sono stati analizzati 1.764 pazienti con melanoma cutaneo del registro oncologico Comprehensive Cancer Center Zurich e confrontati con una popolazione di controllo svizzera e tedesca.
  • Finanziamento: nessuno.

Limiti

  • Analisi retrospettiva di un ampio database.