Screening mammografico nelle persone transgender


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Le donne trans (sesso maschile alla nascita, identità di genere femminile) hanno un aumento del rischio di cancro al seno rispetto agli uomini cisgender, mentre negli uomini trans (sesso femminile alla nascita, identità di genere maschile) il rischio è minore rispetto alle donne cisgender.
  • Nelle donne trans, il rischio aumenta durante un periodo di trattamento ormonale relativamente breve e, quando si presenta, il cancro ha caratteristiche simili a quello delle donne cisgender.
  • Il rischio assoluto di cancro al seno nelle persone transgender non è aumentato, ma è importante effettuare gli screening raccomandati.

Descrizione dello studio

  • Sono state identificate le persone transgender (≥18 anni) recatesi al VU University Medical Centre Amsterdam per i trattamenti endocrini, chirurgici e psicologici, tra il 1972 e il 2016.
  • Le analisi hanno incluso 2.260 donne trans e 1.229 uomini trans trattati con terapia ormonale per affermare il genere.
  • Outcome principali: incidenza e caratteristiche (istologia, stato dei recettori ormonali) del cancro al seno.
  • Dati degli uomini trans e delle donne trans analizzati separatamente.

Risultati principali

  • Età media di inizio delle cure ormonali: donne trans 31 anni (IQR 23-41), uomini trans 23 anni (IQR 19-31). Totale tempo-persona: donne trans 33.991 anni, uomini trans 14.883 anni.
  • Nel gruppo di donne trans, 15 casi di tumore al seno invasivo sono stati diagnosticati dopo 18 anni in media (intervallo 7-37) di terapia ormonale.
  • Il 67% (n=10/15) dei tumori era duttale. Il recettore degli estrogeni, quello del progesterone e il recettore del fattore di crescita epidermico 2 (EGFR2) erano positivi nell’83% (n=10/12), nel 67% (n=8/12) e nell’8% (n=1/12), rispettivamente.
  • Nel gruppo di uomini trans, 4 casi di tumore al seno invasivo sono stati diagnosticati dopo 15 anni in media (intervallo 2-17) di terapia ormonale.
  • Il rischio di cancro al seno nelle donne trans era 46 volte più alto rispetto agli uomini cisgender (rapporto standardizzato di incidenza 46,7; IC 95% 27,2 a 75,4), ma minore rispetto alle donne cisgender (0,3; 0,2 a 0,4).
  • Il rischio negli uomini trans era minore rispetto alle donne cisgender (rapporto standardizzato di incidenza 0,2, IC 95% 0,1 a 0,5).

Limiti dello studio

  • Studio retrospettivo, quindi fattori di rischio probabilmente sottostimati.
  • I partecipanti con cancro non necessariamente trattati al centro clinico di Amsterdam.

Perché è importante

  • Il tumore della mammella è la neoplasia più comune nelle donne e rara tra gli uomini. Il 6-12% esprime EGFR2 nelle donne e l’1,7% negli uomini.
  • Mancano i dati sul cancro al seno nelle persone transgender e non è chiaro se gli steroidi sessuali esogeni ne influenzano il rischio e la patogenesi.
  • In base ai risultati, le linee guida per lo screening del tumore della mammella nelle persone cisgender sono sufficienti anche per quelle transgender.
  • Visto il rapido aumento di rischio nelle donne trans, sarebbe utile studiarne la causa in modo più dettagliato.