Screening di mammelle dense: la RM mammaria abbreviata è migliore della DBT

  • JAMA

  • Miriam Davis, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La RM mammaria abbreviata risulta associata a una migliore identificazione del tumore mammario rispetto alla tomosintesi mammaria digitale (digital breast tomosynthesis, DBT o mammografia 3D) nella sperimentazione EA1141 di donne con mammelle dense sottoposte a screening.

Perché è importante

  • Editoriale: sebbene sia necessaria maggiore ricerca prima della sua adozione diffusa, la RM mammaria abbreviata sembra promettente come alternativa meno costosa e meno dispendiosa in termini di tempo alla RM convenzionale nelle mammelle dense.
  • Richiede comunque contrasto con gadolinio.

Disegno dello studio

  • Studio di coorte trasversale di donne con mammelle dense sottoposte a mammografia di screening con DBT e RM abbreviata, con screening eseguito in ordine randomizzato e con lettura indipendente per evitare distorsione da interpretazione.
  • Esito primario: tasso di individuazione di tumori invasivi mediante biopsia.
  • Finanziamento: NIH; Bracco Diagnostics Inc.

Risultati principali

  • La RM abbreviata ha individuato tumori mammari invasivi in tutte le 17 pazienti che li avevano e carcinomi duttali in situ (ductal carcinoma in situ, DCIS) in 5 donne su 6.
  • La DBT ha individuato 7 tumori mammari invasivi su 17 e 2 DCIS su 6.
  • La RM abbreviata possedeva un tasso di individuazione di tumori invasivi migliore: 11,8 rispetto a 4,8 su 1.000 donne per la DBT, con una differenza di 7 (P esatto di McNemar=0,002).
  • La sensibilità della RM abbreviata era del 95,7% rispetto al 39,1% per la DBT (P=0,001); la specificità era dell’86,7% rispetto al 97,4% per la DBT (P

Limiti

  • La RM abbreviata possiede una bassa specificità.