SCLC: risultati promettenti per la lurbinectedina come terapia di seconda linea

  • Lancet Oncol

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La lurbinectedina offre un tasso di risposta complessiva (overall response rate, ORR) promettente, con pochi eventi avversi (EA) correlati al trattamento seri, come terapia di seconda linea in pazienti con tumore polmonare a piccole cellule (small-cell lung cancer, SCLC), per i quali attualmente esistono poche opzioni terapeutiche.

Perché è importante

  • È attualmente in corso una sperimentazione randomizzata di fase 3 sulla terapia di seconda linea con lurbinectedina più doxorubicina per l’SCLC.

Disegno dello studio

  • Sperimentazione di fase 2, internazionale, multicentrica.
  • 105 pazienti con SCLC nei quali la chemioterapia di prima linea a base di platino non ha avuto successo hanno ricevuto lurbinectedina.
  • Il follow-up mediano era di 17,1 mesi.
  • Finanziamento: Pharma Mar.

Risultati principali

  • L’intervallo senza chemioterapia era
  • L’ORR complessivo era del 35,2% e la durata mediana della risposta era di 5,3 mesi.
  • È stata riportata risposta parziale nel 35% dei pazienti; il tasso era maggiore nei pazienti con un intervallo senza chemioterapia ≥90 giorni (45% vs. 22%).
  • È stata riportata malattia stabile nel 33% dei pazienti; il tasso era maggiore nei soggetti con un intervallo senza chemioterapia ≥90 giorni (37% vs. 29%).
  • È stata riportata progressione della malattia nel 27% dei pazienti; il tasso era maggiore nei soggetti con un intervallo senza chemioterapia
  • La sopravvivenza complessiva (overall survival, OS; 9,3 mesi) e la sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS; 3,5 mesi) mediane erano maggiori nei pazienti con un intervallo senza chemioterapia ≥90 giorni.
  • Il tasso di EA correlati al trattamento seri era del 10%.

Limiti

  • Sperimentazione a gruppo singolo, in aperto.