SCLC: la radiochirurgia stereotassica è migliore della WBRT per le metastasi cerebrali

  • Robin TP & al.
  • Lung Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La sola radiochirurgia stereotassica (stereotactic radiosurgery, SRS) per le metastasi cerebrali (brain metastasis, BM) offre esiti migliori rispetto alla radioterapia panencefalica (whole-brain radiation therapy, WBRT) con o senza SRS nei pazienti con tumore del polmone a piccole cellule (small-cell lung cancer, SCLC).

Perché è importante

  • Le linee guida nazionali raccomandano la sola SRS per i pazienti con 1–3 BM nella maggior parte delle istologie di tumore, ma la WBRT rimane la terapia standard per le BM nei pazienti con SCLC, a prescindere dal numero di metastasi.
  • La WBRT possiede noti effetti neurocognitivi negativi.

Disegno dello studio

  • Dati di coorte del National Cancer Database.
  • 5.952 pazienti con SCLC trattati con WBRT ± SRS (n=5.752) o sola SRS (n=200) per BM.
  • Finanziamento: nessuno.

Risultati principali

  • La sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) era maggiore nel gruppo sottoposto a SRS rispetto al gruppo sottoposto a WBRT (10,8 vs. 7,1 mesi).
  • Nelle analisi univariabile e mutivariabile e secondo le analisi basate sull’indice di propensione, la SRS era associata a una OS migliore (rispettivamente HR: 0,65 [IC 95%: 0,55–0,75]; HR: 0,70 [IC 95%: 0,60–0,81] e HR: 0,69 [IC 95%: 0,59–0,81]).
  • L’analisi di sottoinsieme non ha evidenziato alcun beneficio in termini di OS per SRS + WBRT rispetto a sola SRS (P= 0,601).

Limiti

  • Nessun dato sullo stato di validità o sull’entità delle metastasi intracraniche.