Schillaci, 'serve gratificazione economica per tutti gli operatori'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 2 dic. (Adnkronos Salute) - "Oggi serve qualcos'altro", rispetto all'abolizione del numero chiuso all'università, "per portare più operatori sanitari nelle corsie degli ospedali. Io credo che" la carenza di 'camici' "sia anche un problema di disaffezione verso il Servizio sanitario nazionale, perché molti che ci lavorano lo abbandonano, alcuni vanno via, altri vanno in pensione. Per questo da una parte c'è "un problema globale di riorganizzazione" da fare, "ma dall'altro c'è anche la necessità di cercare una gratificazione economica che credo sia doverosa per tutti gli operatori. Se andiamo a fare un confronto con gli altri Stati europei, tutti gli operatori sanitari, non solo i medici, sono pagati meglio". Lo ha evidenziato il ministro della Salute Orazio Schillaci, intervenuto a 'Radio anch'io' su Rai Radio 1.

"Come ho detto nelle mie prime dichiarazioni dopo la fiducia ottenuta dal Governo al Senato, credo che in uno Stato moderno come il nostro nel terzo millennio sia inaccettabile che ci siano disparità di cura legate a dove una persona risiede e alla disponibilità economica che un cittadino ha. Quindi su questo io metterò tutto il mio impegno", ha garantito il ministro della Salute Orazio Schillaci a 'Radio anch'io'. "Però i mali della sanità di oggi sono i mali che esistono purtroppo da anni", ha precisato.

"Se noi guardiamo all'era pre Covid, dal 2013 al 2019 la sanità è sempre stata definanziata - ha ricordato il ministro - Il Covid non ha fatto altro che aumentare le diseguaglianze anche in sanità e mostrare di più la fragilità di un Servizio sanitario nazionale che una volta era veramente un fiore all'occhiello e che, a mano a mano negli anni, per i continui definanziamenti", ha perso tanto e "ovviamente mostra oggi dei problemi".