Sardegna, progetto telemedicina Asl Nuoro sarà riferimento regionale

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Nuoro, 17 giu. (Adnkronos Salute) - Arrivano i primi segnali di ripresa per la sanità nuorese, confermati anche da importanti riconoscimenti a livello nazionale. È quello che è successo con il progetto di telemedicina e teleassistenza della Asl di Nuoro che, nella sua categoria, è stato selezionato come il migliore di tutti nel XXIII convegno nazionale dell’Associazione italiana ingegneri clinici” (Aiic). Lo ha affermato il capogruppo della Lega in Consiglio regionale, Pierluigi Saiu.

Il progetto riguarda le tre patologie più ricorrenti tra i pazienti con più di 65 anni: scompenso cardiaco, diabete e broncopneumopatia cronica ostruttiva. Una centrale tecnologica con personale dedicato monitorerà i pazienti, dotati di dispositivi elettronici di controllo. I dati provenienti dai devices (frequenza cardiaca, tracciato Ecg, pressione arteriosa, saturazione dell’ossigeno ) verranno trasmessi al personale sanitario che individuerà il percorso più appropriato per il paziente. Sul territorio avranno sede 'ambulatori cuscinetto' con la funzione di garantire assistenza e controllo.

“La digitalizzazione della medicina - ha sottolineato Saiu - è uno degli obiettivi strategici del Pnrr e la Asl di Nuoro ha un progetto molto valido che inizialmente si rivolgerà a mille pazienti con scompenso cardiaco e poi verrà esteso alle altre patologia. Il progetto nuorese sarà progetto pilota in Sardegna e costituirà un modello di riferimento. Stiamo lavorando insieme all’assessorato alla sanità per farlo partire rapidamente”.