Sanità: intesa Gdf-Agenas contro frodi e irregolarità fondi Ssn

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 7 set. (Adnkronos Salute) - Un protocollo d’intesa per prevenire e contrastare irregolarità, frodi e abusi di natura economico-finanziaria a danno delle risorse destinate ad assicurare il funzionamento del Servizio sanitario nazionale, comprese quelle connesse ai programmi e progetti finanziati nell’ambito del Pnrr. A sottoscrivere l'accordo di collaborazione tra la Guardia di Finanza e l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), sono stati il Comandante Generale della Gdf, Generale Giuseppe Zafarana e il presidente Agenas, Enrico Coscioni.

In particolare - dettaglia una nota - l’Agenas metterà a disposizione del Nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi della Gdf ogni elemento, tratto dalle attività di misurazione, analisi, valutazione e monitoraggio della spesa sanitaria ad essa affidate, utile ad orientare una mirata e selettiva attività di prevenzione e repressione di condotte lesive degli interessi economici e finanziari pubblici connessi al funzionamento del Servizio sanitario nazionale. L’intesa - aggiunge la nota - prevede, tra l’altro, la possibilità di organizzare corsi di formazione e aggiornamento professionale a favore del rispettivo personale, con il fine di consolidare efficaci procedure di cooperazione.

L’accordo rappresenta un importante strumento di rafforzamento della legalità - conclude Agenas - in un comparto di particolare delicatezza e rilevanza per il Paese, confermando sia il ruolo del Corpo della Guardia di Finanza, quale forza di polizia economico finanziaria a competenza generale, sia quello di Agenas nel supportare Regioni e Province autonome al fine di garantire servizi di qualità ai propri cittadini.