Sanità: Grillo, fondi non caleranno ma impossibile fare tutto in una manovra


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 11 ott. (AdnKronos Salute) - "Le cifre sulla sanità, fino a quando ci sarò, io non caleranno e questa è una rassicurazione che posso dare a tutti i cittadini. Anzi, la mia ambizione è cercare di aumentarle. Mi rendo conto che non si può realizzare tutto il contratto di Governo in un'unica manovra, per cui una parte relativa alla sanità potrà essere realizzata successivamente e questo è l'impegno che ho da parte del Governo". A dirlo il ministro della Salute, Giulia Grillo, ospite di SkyTg24.

"Quindi le cifre - ribadisce - non calano rispetto anche all'impegno preso dal Governo precedente, che ora è all'opposizione, ma in realtà non abbiamo fatto altro che confermare e addirittura aumentare quelle del Def". Grillo evidenzia che "la linea sul Def rimane una linea di politica espansiva, che conferma il contratto di Governo. Siamo molto fiduciosi e anche molto seri, a differenza di come ci vogliono dipingere. Per cui ieri sera, oltre che parlare di investimenti e quindi anche di spesa, abbiamo parlato di alcuni tagli che verranno fatti su spese che noi riteniamo inutili e/o improduttive e che saranno quindi anche una parte di questa legge di Bilancio. I dettagli li saprete a breve, ma sicuramente riguarderanno la spesa sulle armi, ma anche le pensioni d'oro, la lotta agli sprechi (come le auto blu): tutto insieme costituisce un gruzzolo da usare in parte per coprire la manovra attuale e ridurre il debito".

"Sono onesta - ha confessato il ministro - ho dovuto combattere tantissimo, ho dovuto presidiare questo capitolo di spesa. Ma c'è stata subito sensibilità da parte di tutti i colleghi, il M5S ha fatto per cinque anni una dura battaglia sui finanziamenti alla sanità, tuttavia la nostra è una manovra molto ambiziosa, per cui era giusto che io mettessi tutto l'impegno per presidiare quella spesa. E' anche vero che ero certa che sarei arrivata a questo risultato. Dalla prossima legge di Bilancio mi riprometto di ottenere ancora di più rispetto a questa prima fase". Grillo ha infatti ribadito l'intenzione di procedere con un "piano Marshall per la sanità, soprattutto nel campo dell'edilizia sanitaria".