San Raffaele Milano ospedale 'Amico dei bambini'


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Milano, 3 ott. (AdnKronos Salute) - L'Irccs San Raffaele di Milano è stato nominato dall'Unifef ospedale 'Amico dei bambini' per la promozione, la protezione e il sostegno dell'allattamento materno. L'Istituto del gruppo San Donato ha iniziato l'iter di riconoscimento nel 2013, coerentemente alle indicazioni della Regione Lombardia e in stretta collaborazione con l'Ats Città Metropolitana - sottolineano da via Olgettina - ed è "ad oggi il primo ospedale di Milano e il primo ad alta complessità della Lombardia (circa 2 mila parti l'anno) ad avere ottenuto questa certificazione da parte dell'Unicef".

Graziano Barera, primario dell'Unità di Neonatologia, Patologia neonatale e Pediatria, e Massimo Candiani, primario dell'Unità di Ginecologia e Ostetricia, si dicono "orgogliosi di questo riconoscimento, ottenuto grazie al lavoro di squadra del nostro personale, affinché mamme e bambini possano ricevere la migliore assistenza possibile, in linea con gli standard internazionali che promuove Unicef". Francesco Samengo, presidente di Unicef Italia, ricorda che "promuovere, proteggere e sostenere l'allattamento è un obiettivo di salute che ci deve vedere tutti impegnati: singoli cittadini, strutture e operatori sanitari, coinvolgendo via via l'intero tessuto sociale, famiglie, gruppi di volontariato, il mondo dell'istruzione e dell'informazione, i soggetti politici e l'intera comunità. In questo modo proteggiamo la salute e il futuro dei nostri bambini e delle nostre società".

"Diventare un 'Ospedale amico' significa compiere una trasformazione significativa dell'assistenza a mamme e bambini nel proprio punto nascita", evidenzia Samengo. Si tratta di applicare i 'Dieci passi per la promozione, la protezione e il sostegno dell'allattamento' e di superare una serie di visite di valutazione. Un percorso che ha coinvolto non solo le Unità di Ginecologia-Ostetricia e Pediatria-Neonatologia, ma anche tutto il personale che viene a contatto con donne in gravidanza, bambini e famiglie. Più di 270 operatori San Raffaele hanno partecipato a uno dei corsi di formazione; l'ospedale ha sviluppato e attuato protocolli specifici sull'alimentazione dei bambini, e si è impegnato a rispettare il Codice internazionale sulla commercializzazione dei sostituti del latte materno proteggendo famiglie e operatori da pressioni commerciali. La struttura è stata valutata positivamente anche per l'applicazione delle Cure amiche delle mamme durante il travaglio e il parto.