Roma, all'Idi nuovo reparto di medicina generale

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 22 apr. (Adnkronos Salute) - Taglio del nastro, oggi, all'Idi di Roma per il nuovo reparto di medicina generale. L'inaugurazione di questa mattina, a cui ha partecipato il preside della Facoltà di farmacia e medicina dell'Università 'La Sapienza' Carlo Della Rocca, rappresenta un'ulteriore importante tappa del percorso di rinnovamento e sviluppo che sta coinvolgendo l'intero ospedale, dopo il recente avvio dello Skin Cancer Center, centro di eccellenza per la chirurgia dermatologica e oncologica nazionale.

"La realizzazione di queste opere infrastrutturali - sottolinea Alessandro Zurzolo, consigliere delegato Idi - si affianca al graduale processo di arricchimento dell'offerta con nuove discipline, quale ad esempio l'endoscopia digestiva, all'arrivo di professionalità sanitarie di eccellenza e a iniziative per migliorare i servizi all'utenza, quale il nuovo sistema di prenotazioni a intelligenza artificiale, la nuova piattaforma digitale e, a breve, il pagamento online e la segnaletica direzionale dell'ospedale. Sono scelte precise che fanno parte del nostro piano industriale un piano di sviluppo che, forte dell'importante storia dell'Istituto, si caratterizza per innovazione e concretezza con l’'obiettivo di rispondere con efficacia alle esigenze dei nostri pazienti".

La nuova struttura, diretta dal professor Antonio Sgadari, è dotata di 32 posti letto suddivisi in 21 posti letto di medicina generale, 2 di gastroenterologia, 5 di geriatria e 4 di neurologia. Il nuovo reparto, accreditato con il servizio sanitario della Regione Lazio, nasce per contribuire al decongestionamento dei pronto soccorso degli ospedali limitrofi e come significativa risposta alle rilevate esigenze della nuova rete ospedaliera della Regione stessa.

"Grazie alla disponibilità dei nuovi posti letto - commenta Annarita Panebianco, direttore sanitario Idi - si provvederà alla presa in carico e alla gestione globale dei pazienti affetti da lesioni cutanee associate a malattie internistiche, ponendo un focus di attenzione verso i pazienti geriatrici. L'invecchiamento della popolazione procede sempre più rapidamente e ci si deve aspettare, nei prossimi anni, un ulteriore aumento dell'età media dei pazienti ricoverati insieme ad un aumento del livello di fragilità e complessità clinica".

Il nuovo reparto opererà in stretta collaborazione con gli ambulatori, il day hospital medico e chirurgico e la degenza ordinaria chirurgica e medica già attivi nella struttura ospedaliera di via dei Monti di Creta.

Completano il nuovo reparto di medicina i posti letto di gastroenterologia e neurologia. Il percorso diagnostico di numerose patologie internistiche non può prescindere dall'accurata investigazione del tratto gastro-enterico, mentre i posti letto di neurologia sono necessari perché, complice l'invecchiamento della popolazione, sono in crescita le malattie neurodegenerative in tutto il Paese, conclude l'Idi.