Risultati della coorte UK Biobank sulle associazioni causali tra densità minerale ossea delle donne e tumore mammario

  • Zhang Y & al.
  • Cancer

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Le donne in post-menopausa con bassa densità minerale ossea (bone mineral density, BMD) della coorte UK Biobank presentano un rischio inferiore di sviluppare tumore mammario rispetto alle donne con BMD normale utilizzando la potente tecnica di randomizzazione mendeliana (Mendelian randomization, MR) a 2 campioni, ma la relazione tra BMD stimata (estimated BMD, eBMD) e tumore mammario non è causale.

Perché è importante

  • Precedenti studi epidemiologici hanno riportato risultati contrastanti per quanto riguarda BMD e rischio di sviluppare tumore mammario.
  • La MR è il metodo migliore per identificare la causalità tra le 2 variabili.

Disegno dello studio

  • Studio di coorte, prospettico di 253.813 partecipanti alla UK Biobank con BMD del calcagno basale, il cui rischio di tumore mammario è stato studiato con il metodo dei rischi proporzionali di Cox.
  • MR a 2 campioni utilizzando studi di associazione sull’intero genoma su larga scala di 426.824 soggetti caucasici della UK Biobank.
  • Finanziamento: Natural Science Foundation della Provincia di Fujian, Cina; altri.

Risultati principali

  • Lo studio di coorte (follow-up mediano di 6,71 anni) ha indicato che una BMD bassa (punteggio T inferiore a -2,5) riduce nelle donne in post-menopausa il rischio di tumore mammario, con significatività al limite (HR=0,77; IC 95%, 0,59–1,0).
    • Nelle donne in post-menopausa con BMD bassa e fratture si osserva un effetto protettivo persino maggiore (HR=0,31; IC 95%, 0,12–0,82).
  • L’analisi MR non ha riscontrato alcuna associazione causale tra eBMD e rischio di tumore mammario.
    • Sono stati individuati 63 loci genetici con potenziale pleiotropia tra BMD e tumore mammario, tra cui ESR1, CCDC170 e FTO, con forti associazioni.

Limiti

  • Disegno osservazionale.