Ricciardi, 'Ssn a un punto di svolta, o cambiamo o saremo cambiati'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 10 giu. (Adnkronos Salute) - "L'evidenza scientifica e l'emergenza Covid ci dicono che siamo a un punto di svolta per il Servizio sanitario nazionale: o cambiamo o saremo cambiati. Dobbiamo diventare padroni, sapendo che dobbiamo investire di più in sanità e far capire ai cittadini che salute è un bene che dipende dalle loro scelte. La sanità deve funzionare meglio e il Covid ha reso evidenti i problemi. L'Italia sta perdendo posizioni nelle graduatorie dei Paesi, oggi stiamo perdendo punti e non solo: anche le condizioni di salute della nostra popolazione non sono brillanti". Lo ha affermato Walter Ricciardi, professore ordinario di Igiene generale e applicata all'Università Cattolica, nel suo intervento alla presentazione del XVIII Rapporto Osservasalute 2020.

"La salute va rimessa al centro della politica, sicuramente con più risorse, ma anche con un ragionamento e una riflessione su come strutturarla - ha aggiunto Ricciardi, direttore dell'Osservatorio nazionale sulla salute nelle Regioni italiane - Questa è l'epoca delle pandemie, ma, sappiamo, anche dell'invecchiamento della popolazione e delle malattie croniche. Le persone vanno curate e se non ci organizziamo non possiamo farlo".