Responsabilita' medica


  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

FNOMCeO

Responsabilita' medica

Cassazione Penale Sentenza n. 22101/19 – Responsabilità medica – Nei casi dubbi si deve propendere per il carattere irripetibile dell’accertamento tecnico sul paziente in vita, in modo da favorire l’immediata apertura del contraddittorio scientifico, ogni qual volta l’accertamento demandato al consulente tecnico riguardi la verifica di parti dell’organismo soggette a modificazione. Ciò in quanto si tratta di una verifica che condiziona la stessa selezione delle raccomandazioni cliniche di riferimento, ritenute pertinenti rispetto al quadro clinico del paziente, che verranno poste alla base delle successive valutazioni abduttive sull’operato del medico, rimesse al giudice penale. Altrimenti detto: il carattere ripetibile dell’accertamento tecnico su paziente in vita, che consente di procedere inaudita altera parte, ex art. 359 cod. proc. pen., sussiste solo se la natura delle lesioni che si assumono arrecate al paziente consenta la ripetizione dell’accertamento, anche in epoca successiva, in assenza di alcun pregiudizio per l’esercizio delle garanzie difensive che vengono in rilievo.

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale