Relazione tra risposta immunitaria contro l’infezione da Sars-CoV-2 e livelli di vitamina D

  • Antonello Viti De Angelis
  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

SIF Societa' Italiana di Farmacologia

 Relazione tra risposta immunitaria contro l’infezione da Sars-CoV-2 e livelli di vitamina D

A cura della Prof.ssa Lara Testai

La principale causa di aggravamento della patologia e morte nei pazienti affetti da COVID-19 sembra essere una risposta immuno-infiammatoria eccessiva e inefficace, responsabile della sindrome da distress respiratorio. In questo contesto, è stato dimostrato che la vitamina D esercita un ruolo immuno-modulatorio che favorisce lo sviluppo di un ambiente antinfiammatorio; inoltre stimolando ACE2 si ipotizza che potrebbe limitare le successive fasi della risposta infettiva.

- Riproduzione riservata e per uso personale
- Scarica il documento completo in formato PDF dal link a fondo pagina