Regioni, no a ulteriori tagli di 2 mld al fondo


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 6 giu.(AdnKronos Salute) - "La Conferenza delle Regioni non concorda assolutamente con una previsione di futuri tagli alla sanità: non riteniamo possibili ulteriori riduzioni di fondi e cercheremo istituzionalmente di contrastarli". E' quanto afferma il governatore del Molise, Donato Toma, a nome della Conferenza delle Regioni che ha presieduto nella sede di Roma del Cinsedo, a proposito del taglio prospettato al Fondo sanitario nazionale riguardo all’incremento per il prossimo anno, nell’ambito del Patto per la Salute.

"Già le Regioni hanno difficoltà con i riparti del fondo sanità a loro assegnato, figuriamoci con ulteriori tagli -sottolinea Toma - Si parla di 2 miliardi di euro, ma questa cosa non è fattibile", ribadisce la Conferenza delle Regioni.