Rapporto sul valore sociale dell'integratore alimentare


  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

CENSIS

Rapporto sul valore sociale dell'integratore alimentare

Il valore del consumo di integratori alimentari nel periodo 2008-2018 è aumentato del +126% in termini reali: da 1,3 miliardi di euro a 3,3 miliardi. Quali le ragioni di un così vistoso successo?
Ecco la domanda chiave, la cui risposta consente di capire sia la funzione a cui oggi gli integratori alimentari assolvono sia il valore sociale ed economico complessivo che generano.
Infatti, incastonando l’analisi puntuale dei dati di settore nelle motivazioni soggettive nei meccanismi decisionali dei consumatori e nella evoluzione di lunga deriva di stili di vita e modelli di consumo, si decriptano le ragioni reali del crescente utilizzo di integratori alimentari da parte degli italiani, svelando falsi miti e fake news che ne minacciano la social reputation.
Lo sviluppo del consumo di integratori alimentari è un processo di lunga deriva: non è casuale che si è intensificato dopo la crisi del 2008 perché ha uno stretto legame sia con il modello di consumo che si è andato imponendo improntato a sobrietà e rigorosa selezione delle voci di spesa nei budget familiari, sia con la più alta attenzione e responsabilità individuale nella tutela della salute.
Gli integratori alimentari non sono farmaci e, al contempo, non sono alimenti, ma sono protagonisti significativi e riconosciuti della propensione degli italiani a gestire la propria salute già in fase di prevenzione assumendo, in linea con le indicazioni mediche, comportamenti di utilizzo consapevoli.
Ecco dove si annida la sostanza vera dell’attuale successo degli integratori alimentari:

- Scarica il documento completo in formato PDF
- Riproduzione riservata e per uso personale