Prevalenza di eventi cardiaci nei pazienti oncologici trattati con inibitori del checkpoint immunitario

  • Naqash AR & al.
  • J Clin Oncol

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Gli eventi avversi cardiaci maggiori (major adverse cardiac event, MACE) correlati al trattamento sono rari nei pazienti trattati con inibitori del checkpoint immunitario (immune checkpoint inhibitor, ICI).
  • Il MACE più comune è la miocardite.

Perché è importante

  • I MACE correlati agli ICI sono rari, ma se si verificano possono provocare morbilità e mortalità significative.
  • Si tratta del primo rapporto dell’incidenza di MACE correlati a ICI di varie terapie anti-ligando 1 della proteina di morte cellulare programmata (anti-programmed death ligand 1, anti-PD-L1).

Disegno dello studio

  • Analisi aggregata retrospettiva dei dati relativi a MACE di sperimentazioni sponsorizzate dal National Cancer Institute statunitense.
  • Finanziamento: National Institutes of Health (NIH); altri.

Risultati principali

  • Su 6.925 pazienti trattati con terapie anti-PD-L1, 3.354 (48%) hanno assunto un singolo agente.
  • 40 pazienti (0,6%) hanno sviluppato MACE correlati a ICI:
    • 31 (77,5%) dei quali di grado ≥3.
  • La miocardite rappresentava il 45% dei MACE correlati a ICI totali.
  • Altri eventi avversi immuno-correlati (immune-related adverse event, irAE) non cardiaci sono stati osservati nel 65% dei pazienti.
  • L’83% dei pazienti con miocardite ha sviluppato ≥1 irAE non cardiaco associato.
  • L’incidenza di MACE è risultata maggiore con anti-PD-L1 più terapie mirate rispetto alle combinazioni anti-PD-L1 più anti-antigene 4 associato ai linfociti T citotossici (2,1% vs. 0,9%; P=0,08).
  • L’incidenza di miocardite è risultata maggiore in caso di terapie anti-PD-L1 combinate rispetto a monoagente (0,36% vs. 0,15%; P=0,08).
  • Si sono verificati decessi correlati a miocardite nel 22,2% (n=4/18) dei pazienti.
  • Tutti i 4 pazienti deceduti presentavano miosite concomitante.

Limiti

  • Studio retrospettivo.
  • Coorte piccola.
  • Non sono stati inclusi dati sulle terapie pregresse.