Polmoniti acquisite in comunità nei pazienti che abusano di alcol


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

 

  • Nei pazienti con disturbi da abuso di alcol (AUD) la mortalità per polmonite acquisita in comunità (CAP) aggiustata per età, la durata del ricovero e i relativi costi sono significativamente superiori a quelli rilevati nei pazienti senza AUD.
  • AUD da solo non risulta però un fattore di rischio indipendente per la mortalità, ma dipende dalle comorbidità, a loro volta legate all’età.
  • Rispetto ai pazienti senza AUD, quelli con AUD presentavano meno spesso infezioni resistenti agli antibiotici.
  • La maggior durata del ricovero e il maggiore uso di risorse sanitarie nei pazienti con AUD sembra legata per lo più all’astinenza da alcol (AWS).

 

Descrizione dello studio

 

  • Studio retrospettivo di coorte condotto su 137.496 pazienti ≥ 18 anni (media 69,5, DS 16,2) con polmonite ricoverati in 177 ospedali statunitensi partecipanti al database Premier Healthcare dal 1 ° luglio 2010 al 30 giugno 2015.
  • Outcome: causa della polmonite, trattamento antibiotico, mortalità dei pazienti, deterioramento clinico, durata dell’ospedalizzazione e il costo della stessa.
  • Le associazioni di AUD con queste variabili sono state studiate utilizzando modelli lineari generalizzati misti.
  • Finanziamento: Agency for Healthcare Research and Quality.

 

Risultati principali

  • Aveva AUD il 3,5% dei pazienti inclusi nello studio, mediamente più giovani (età media, 58,0 vs 73,0 anni, P
  • Maggiori percentuali di pazienti con AUD producevano culture batteriche positive  (13,4% vs 9,1%; P Streptococcus pneumoniae (43,7% vs 25,5%; P
  • Aggiustato per età, AUD era associato a mortalità più elevata (OR 1,40, IC 95% 1,25-1,56), durata di ricovero e costi.
  • L’associazione con la mortalità veniva meno dopo aggiustamento per differenze nelle comorbidità, ma rimaneva associato ad altre variabili.
  • Tramite modelli che hanno isolato gli esiti dei pazienti con sintomi da astinenza, si è verificato che l’aumento di durata del ricovero e costi sanitari era concentrato in questo sottogruppo.

 

Limiti dello studio

  • Seguendo codici ICD-9-CM potrebbero essere stati omessi alcuni pazienti con AUD.
  • L'uso di alcol non è quantificato, così come i segni vitali, dal momento che sono stati utilizzati dati amministrativi.
  • Questo porta a possibile classificazione errata della gravità della polmonite.

 

Perché è importante

  • Nel trattamento delle CAP occorre prestare particolare attenzione ai casi di AUD, con un attento monitoraggio dei sintomi da astinenza.