PNRR Salute, decreto del ministro Speranza per il riparto alle Regioni di oltre 8 miliardi

  • Antonello Viti De Angelis
  • Notizie Mediche - VDA Net
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Ministero della Salute

PNRR Salute, decreto del ministro Speranza per il riparto alle Regioni di oltre 8 miliardi

Sono state suddivise fra le Regioni le risorse destinate agli interventi del PNRR, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, e del PNC, il Piano per gli investimenti complementari, la cui attuazione è affidata alle amministrazioni regionali. Il decreto ministeriale di ripartizione, varato il 20 gennaio 2022, è stato infatti registrato.

Si tratta nel complesso di oltre 8 miliardi e 42 milioni di euro, di cui il 41,1% destinato alle Regioni del Mezzogiorno.

Si avvia così l’iter di attuazione degli interventi della Missione 6 - Salute del PNRR e del PNC, che prevedono:

per la Component 1 - Reti di prossimità, strutture e telemedicina per l'assistenza sanitaria territoriale:

    la realizzazione di 600 Centrali Operative Territoriali entro il primo semestre 2024
    la realizzazione di 1.350 Case della Comunità
    la realizzazione di 400 Ospedali di Comunità entro il primo semestre del 2026

per la Component 2 - Innovazione, ricerca e digitalizzazione del Servizio sanitario nazionale:

    la sostituzione di 3100 grandi apparecchiature entro la fine del 2024
    l’ultimazione di 280 interventi di digitalizzazione di DEA di I e II livello entro il 2025
    l’ultimazione di 109 interventi di antisismica, cui si aggiungono ulteriori 220 interventi finanziati con le risorse del PNC
    l’adozione da parte delle Regioni di 4 nuovi flussi informativi - nell’ambito del nuovo sistema informativo sanitario NSIS - relativi alla riabilitazione territoriale, ai servizi di assistenza primaria, agli ospedali di comunità e ai consultori familiari, entro il 2025
    lo sviluppo di competenze tecnico-professionali, digitali e manageriali per 293.386 dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale entro il primo semestre 2026.

- Riproduzione riservata e per uso personale