Più della metà dei bambini a un anno non dorme ancora 6 ore di fila la notte


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • È normale che un’alta percentuale di bambini a 6 e 12 mesi la notte non dorma ancora per 8, ma nemmeno per 6 ore consecutive.
  • Diversamente dalla quantità totale di sonno, i risvegli notturni non si associano allo sviluppo mentale e psicofisico, né all’umore materno.
  • L’unica correlazione statisticamente significativa della mancanza di un sonno ininterrotto è con l’allattamento al seno, ma questo studio non basta a confermare e stabilire la direzione di un eventuale rapporto di causalità tra i due fenomeni.  

Descrizione dello studio

  • Nell’ambito dello studio longitudinale per coorte di nascita Maternal Adversity, Vulnerability, and Neurodevelopment (MAVAN), in Canada, sono stati esaminati i rapporti compilati dalle madri di 369 bambini (182 femmine e 206 maschi) a 6 mesi e di 369 (176 femmine e 193 maschi) a 12 mesi di età, riguardo al sonno dei loro figli nelle due settimane precedenti.
  • Sono state escluse le coppie mamma-bambino portatrici di condizioni mediche serie o che avevano subito gravi complicazioni durante la gravidanza o il parto.
  • È stata calcolata la percentuale di bambini che dormivano 6 o 8 h di fila a 6 e 12 mesi.
  • Sono stati misurati gli indici di sviluppo mentale e psicomotorio (Scale Bayley dello sviluppo infantile-II) e il tono dell’umore materno (Scala della depressione del centro per gli studi epidemiologici (CES-DCenter for Epidemiologic Studies Depression Scale) a 6, 12, e 36 mesi di età.

Risultati principali

  • Sonno notturno senza interruzioni a 6 mesi:
  • Sonno notturno senza interruzioni a 12 mesi:
  • Nessuna di queste condizioni è risultata associata allo sviluppo mentale e psicomotorio, né all’umore della madre, né a 6, né a 12 mesi di età, né con il criterio di 6, né con quello di 8h di sonno continuo.
  • Allattamento al seno a 6 mesi: sonno
  • Allattamento al seno a 6 mesi: sonno

Perché è importante

  • Il sonno è fondamentale per lo sviluppo del bambino piccolo come dell’adolescente, ma questo studio suggerisce che nel primo anno di vita sia fondamentale la sua quantità totale e non la continuità notturna.
  • Secondo gli autori, i risultati dovrebbero rassicurare i genitori sulla normalità dei risvegli del figlio e lasciarli liberi di non intervenire con misure comportamentali, che talvolta vengono invece suggerite già da età più precoci di quelle indagate da questo studio.