Piccole microsfere contenenti irinotecano per le metastasi epatiche da neoplasia colorettale

  • Mauri G & al.
  • Cardiovasc Intervent Radiol

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La chemioembolizzazione con piccole microsfere contenenti irinotecano è sicura ed efficace come trattamento di salvataggio di pazienti con metastasi epatiche da neoplasia colorettale (colorectal liver metastasis, CRLM).

Perché è importante

  • Manca tuttora un protocollo standardizzato per le cure ottimali dei pazienti con CRLM che non rispondono alla chemioterapia standard. Questa procedura potrebbe essere inclusa in tale protocollo.

Risultati principali

  • Sono state effettuate 197 procedure di embolizzazione.
  • Tutte hanno avuto un successo del 100%.
  • Controllo locale del tumore dopo:
    • 3 mesi, 58%;
    • 6 mesi, 22%;
    • 9 mesi, 7%;
    • 12 mesi, 4%.
  • Sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) epatica specifica mediana di 3,2 mesi (IC 95%, 3,0–4,1 mesi).
  • Sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana di 9,9 mesi (IC 95%, 6,2–14,2 mesi).
    • Sopravvivenza a 1 anno del 45%.
    • Sopravvivenza a 2 anni del 15%.
  • Tasso di assenza di eventi avversi gravi del 100% dopo 30 giorni.
  • Il 15% dei pazienti ha sviluppato eventi avversi (adverse event, AE) correlati al trattamento.
  • Non ci sono stati AE di grado 4 o 5.

Disegno dello studio

  • Studio retrospettivo di 55 pazienti con CRLM pesantemente pretrattati trattati tra dicembre 2013 e agosto 2019.
  • Finanziamento: Ministero della Salute italiano, IRCCS Istituto Europeo di Oncologia (IEO).

Limiti

  • Disegno retrospettivo.
  • Non è stata effettuata alcuna valutazione della qualità della vita (quality of life, QoL).