Pediatria, al Meyer Firenze summer school su 'diseguaglianze e salute globale'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Firenze, 8 set. (Adnkronos Salute) - Ha preso il via questa settimana la prima edizione della Summer School 2022 "Diseguaglianze e salute globale in ambito pediatrico", organizzata dall'ospedale pediatrico Meyer di Firenze, in collaborazione con il Centro di salute globale (Csg) della Regione Toscana. Questa settimana di formazione, che ha accolto 24 giovani (medici specializzandi, infermieri e tecnici della sanità) da tutta Italia, culminerà dopodomani, sabato 10 settembre, in un convegno di respiro internazionale dal titolo “Le nuove sfide della salute globale”. L’evento, che sarà ospitato a Palazzo Medici Riccardi, a Firenze, sala Luca Giordano, è organizzato in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità.

Il convegno si propone come spunto di riflessione e occasione di scambio circa la tematica della salute globale alla luce del nuovo contesto mondiale conseguente alla pandemia Covid-19 e all’attuale condizione socio-sanitaria, ponendo l’accento sull’ambito materno infantile. La giornata sarà caratterizzata da un primo intervento sulle disuguaglianze socio-economiche e sanitarie al quale seguirà una tavola rotonda multisettoriale che vedrà il contributo di professionisti provenienti da diversi ambiti disciplinari. Il convegno sarà aperto al pubblico, oltre che ai discenti della Summer School, per i quali tale giornata si configurerà anche come momento conclusivo del corso.

"Crediamo che in questo momento storico sia fondamentale alimentare la riflessione sul tema centrale delle diseguaglianze in salute e come queste si avverino tra i Paesi del nord e il sud del mondo ma anche all'interno dei Paesi stessi. I nostri studenti hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con esperti nazionali e internazionali sulle varie tematiche che hanno guidato il percorso di apprendimento, fornendogli strumenti sia teorici che pratici di cui spero potranno fare tesoro in futuro", commenta Maria Jose Caldes, direttrice del Centro di Salute Globale della Regione Toscana/Aou Meyer.