PDAC: nuove evidenze per la terapia adiuvante

  • Perri G & al.
  • Ann Surg
  • 31/12/2019

  • Jim Kling
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La chemioterapia adiuvante è associata a esiti migliori nell’adenocarcinoma duttale del pancreas (pancreatic ductal adenocarcinoma, PDAC) sottoposto a resezione e trattato con terapia neoadiuvante.

Perché è importante

  • Le linee guida nazionali suggeriscono di valutare l’uso della terapia adiuvante nei pazienti che hanno ricevuto terapia neoadiuvante, ma non esistono dati di alto livello che confermino questa posizione.

Disegno dello studio

  • Analisi appaiata in base all’indice di propensione (n=245; il 63% sottoposto a chemioterapia adiuvante).
  • Finanziamento: National Institutes of Health (NIH).

Risultati principali

  • Rispetto al gruppo che non ha ricevuto terapia adiuvante, il gruppo sottoposto a chemioterapia adiuvante:
    • ha ricevuto un numero inferiore di cicli di chemioterapia neoadiuvante (mediana, 3 vs. 4; P
    • ha ricevuto più spesso solo (chemio)radioterapia (46% vs. 21%; P
    • presentava un livello mediano più alto di CA 19-9 prima dell’intervento chirurgico (32 vs. 24 U/ml; P=0,03) e
    • aveva tumori di diametro mediano maggiore (2,8 vs. 2,4 cm; P=0,01).
  • La chemioterapia adiuvante ha evidenziato una tendenza a una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) migliore (HR=0,7; P=0,06).
  • La coorte appaiata in base all’indice di propensione includeva 61 pazienti sottoposti a chemioterapia adiuvante e 61 che non l’hanno ricevuta.
    • La OS mediana tendeva ad essere maggiore nel gruppo trattato con chemioterapia adiuvante: 42 rispetto a 32 mesi; P=0,06 (HR=0,55; P=0,05).
    • La sopravvivenza libera da recidiva mediana era maggiore nel gruppo sottoposto a chemioterapia adiuvante: 17 rispetto a 12 mesi; P=0,04 (HR=0,53; P=0,038).

Limiti

  • Analisi retrospettiva.