Pavia, complesso intervento salva pollice a un 56enne


  • Adnkronos Salute
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Pavia, 26 giu. (AdnKronos Salute) - Un importante e delicato intervento di rivascolarizzazione del pollice della mano destra è stato eseguito alla Fondazione Irccs Policlinico San Matteo di Pavia su un uomo di 56 anni. "Il paziente è stato trasferito dall'ospedale di Melegnano - riferiscono dalla struttura pavese - poiché per effettuare questa operazione chirurgica sono richieste specifiche competenze tecniche e strumentazioni di cui pochi centri dispongono in Lombardia". L'intervento è stato eseguito da Guido Forini, giovane chirurgo specializzato in microchirurgia e chirurgia della mano, che opera presso la Struttura di Ortopedia e Traumatologia, diretta da Francesco Benazzo.

La rivascolarizzazione del pollice, "onerosa sia come tecnica che come durata", sottolinea il San Matteo in una nota, ha tenuto l'équipe chirurgica impegnata in sala operatoria per 9 ore e ha rappresentato il momento 'clou' di un intervento più ampio che ha interessato anche i diversi tessuti della mano (muscolari, tendinei e ossei). Il team chirurgico era composto, oltre che da Forini, da altri due ortopedici, un medico specializzando in formazione e un anestesista, con il supporto di due strumentisti.

"L'intervento di vascolarizzazione del pollice si rende necessario poiché quest'ultimo, maggiormente rispetto alle altre quattro dita, rappresenta un elemento essenziale per la funzionalità complessiva della mano e deve essere effettuato ogni sforzo per il suo salvataggio - afferma Forini - L'operazione è consistita nel collegare un vaso sanguigno sano, diretto ad altre strutture, al pollice, in maniera da ripristinarne la circolazione sanguigna e permetterne la sopravvivenza".