Palermo (Anaao), 'prorogare contratti precari al di là stato emergenza'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 14 dic. (Adnkronos Salute)() - "Le assunzioni precarie dei medici non sono legate allo stato d'emergenza, ma sono legate temporalmente al 31 dicembre 2021, per cui c'è una legge di Bilancio che può tranquillamente prorogare quel termine portandolo, come noi chiediamo da tempo, al 31 dicembre 2022". A chiarirlo con l'Adnkronos Salute è Carlo Palermo, segretario nazionale del sindacato dei medici ospedalieri Anaao Assomed.

"Una proroga dei contratti è necessaria a prescindere sennò - si interroga Palermo - che facciamo? Il 31 marzo mandiamo tutti a casa? Mi sembra una posizione un po' contraddittoria. Il problema - sottolinea il sindacalista - è che bisogna prorogare al di là dello stato di emergenza tutti i contratti precari in modo da stabilizzarne il più possibile. Anche perché - ricorda il segretario Anaao Assomed - siamo in una fase di gestione dell'epidemia che richiede personale sia per la vaccinazione sia per mandare avanti le attività ordinarie degli ospedali che sono quelle che incidono in modo pesante. Si pensi - ricorda Palermo - a 600mila interventi chirurgici sospesi o ai milioni di visite sospese. Tutto questo - ribadisce - va al di là dello stato di emergenza. Abbiamo bisogno di un provvedimento che prolunghi le assunzioni del personale al 31 dicembre 2022".