Ovaio policistico: l’aumento di peso durante la gravidanza dipende dall’IMC preconcepimento


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Le donne con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) che sono normopeso o sovrappeso al momento del concepimento guadagnano più peso durante la gravidanza delle donne con ovulazione regolare.
  • Le complicanze perinatali non differiscono significativamente tra le donne con PCOS e i controlli dopo correzione dell’analisi per l’aumento di peso durante la gravidanza.
  • L’indice di massa corporea prima della gravidanza è il fattore predittivo più forte dell’aumento di peso in gravidanza.

 

Descrizione dello studio

  • Si tratta dell’analisi secondaria di due studi di coorte prospettici, PPCOS II e AMIGOS, che hanno arruolato donne con PCOS o con ovulazione regolare e infertilità di causa sconosciuta che hanno avuto una gravidanza non gemellare in seguito a un trattamento dell’infertilità.
  • Sono stati analizzati gli esiti della gravidanza e l’aumento di peso (autodichiarato) di 164 donne con PCOS e 176 controlli.
  • È stato creato un modello statistico di regressione lineare multipla in grado di predire l’aumento di peso durante la gravidanza.
  • Fonte di finanziamento: National Institutes of Health (NIH)/National Institute of Child Health and Human Development (NICHD).

 

Risultati principali

  • Rispetto ai controlli, le donne con PCOS normopeso sono aumentate di 1 Kg in più durante il primo trimestre (P=0,02) e di 1,9 Kg alla fine del secondo trimestre (P=0,02).
  • Rispetto ai controlli, le donne con PCOS sovrappeso sono aumentate di 2,3 Kg in più alla fine del secondo trimestre (P=0,04).
  • Le donne con PCOS obese e i controlli hanno avuto aumenti di peso simili durante tutta la gravidanza.
  • Dopo correzione per l’aumento di peso in gravidanza, non si osservano differenze tra le donne con PCOS e i controlli in termini di prevalenza di preeclampsia e di diabete gestazionale o di peso del neonato alla nascita.
  • L’indice di massa corporea (IMC) pre-concepimento si associa significativamente con l’aumento di peso durante la gravidanza: per ogni 1 Kg/m2 pre-concepimento in più, l’aumento di peso durante la gravidanza diminuisce di 0,175 Kg (P

 

Limiti dello studio

  • Il peso al momento del parto (con cui è stato calcolato l’aumento di peso rispetto alla baseline) è stato riferito dalle pazienti.
  • I risultati potrebbero non essere generalizzabili alle donne che concepiscono spontaneamente.

 

Perché è importante

  • Le donne con PCOS hanno maggiori rischi di complicanze perinatali.
  • Lo studio ha valutato il contributo del peso prima del concepimento sull’aumento di peso durante la gravidanza e sugli esiti perinatali.
  • Nella stima del rischio di complicanze perinatali, un’obesità preesistente e un eccessivo aumento di peso durante la gravidanza sono fattori confondenti che vanno considerati in aggiunta alla diagnosi di PCOS, anche se il contributo dell’aumento di peso durante la gravidanza è modesto.