Ordini medici, 'proiettile a Pregliasco gesto infame, ferma condanna'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 3 mar. (Adnkronos Salute) - "Ferma condanna per l'infame gesto di inviare un proiettile al collega Fabrizio Pregliasco, insieme a una lettera anonima di minacce a lui e ai suoi cari, per la sua opera di divulgazione sui vaccini". A esprimerla è il presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri, Filippo Anelli, dopo aver appreso la notizia dall'AdnKronos Salute. "Si tratta di intimidazioni odiose, che ricordano gli anni più bui della nostra storia - afferma Anelli - Non si può pensare di zittire con il piombo chi svolge il suo dovere di tutelare, con una corretta informazione, la salute pubblica".

"Comprendiamo che la scelta di vaccinare i figli sia un grande atto di responsabilità, vada compiuta con consapevolezza e porti con sé la paura di sbagliare - precisa il presidente Fnomceo - Qui però siamo oltre ai timori, siamo all'ideologia, alla volontà cancellare chi testimonia una verità contraria al proprio credo", sottolinea.

"Esprimiamo dunque la nostra piena solidarietà a Pregliasco, a Matteo Bassetti oggetto di contestazione a Genova, e a tutti gli altri virologi e medici minacciati. Il vaccino funziona", ribadisce Anelli: "Secondo gli ultimi dati dell'Istituto superiore di sanità, il tasso di mortalità standardizzato per età, relativo alla popolazione di età sopra i 12 anni, nel periodo 31 dicembre 2021-30 gennaio 2022, per i non vaccinati risulta circa 6 volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo da meno di 120 giorni e circa 17 volte più alto rispetto ai vaccinati con dose aggiuntiva o booster. E' grazie al vaccino - conclude - se possiamo tirare il fiato, se stiamo per uscire dallo stato di emergenza, se questa ultima ondata sta perdendo così rapidamente forza. Non dimentichiamolo".