Ordine medici Firenze, 'aumento minacce no vax per certificati esenzione vaccino'

  • Univadis
  • Attualità mediche
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 21 dic. (Adnkronos Salute)() - "Ogni giorno aumentano le richieste ai medici di famiglia di certificazioni per l'esonero vaccinale legato al Covid, per le categorie obbligatorie come da legge 127/2001 e per il Green pass. Queste lettere contengono velate minacce da parte dei diretti interessati o sono inviate da studi legali". Lo afferma Elisabetta Alti, vicepresidente dell'Ordine dei medici di Firenze, che davanti al crescente numero di richieste di esenzioni dalla vaccinazione anti-Covid, che esprime "il pieno sostegno dell'Ordine ai colleghi: l'appello è a mantenere la calma. Le minacce non hanno alcuna base per cui i professionisti possono attenersi alle normative vigenti, rilasciando le certificazioni solo se ricorrono le indicazioni ministeriali".

"Si tratta di lettere in alcuni casi davvero spiacevoli - spiega Alti - Le segnalazioni sono tante: Firenze, Prato, Pistoia, ma anche nella Piana tra Firenze e Prato. Spesso si legge che qualora non ci sia la certificazione di esonero 'adiremo per vie legali perché il vaccino è sperimentale', quando invece è stato autorizzato da Ema e Fda e somministrato a milioni di persone", chiarisce.

Il messaggio ai cittadini è "di non pretendere certificazione non dovute. E' necessario rivolgersi, con serenità, al proprio medico di famiglia che saprà spiegare i vantaggi della vaccinazione, caso per caso grazie alla conoscenza dei problemi specifici della persona assistita. La situazione si sta inasprendo e non deve accadere. Occorre un clima più sereno - sottolinea Alti - per affrontare anche la sfida della variante e continuare ad avere fiducia nel proprio medico senza ascoltare falsi profeti".