Onotri (Smi), 'permettere a medici famiglia di assumere infermieri'


  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 22 mag. (Adnkronos Salute) - Permettere ai medici di famiglia di assumere direttamente infermieri, utilizzando i fondi del Dl Rilancio. Lo chiede Pina Onotri, segretario generale del Sindacato medici italiani (Smi) che propone modifiche a quanto prevede il decreto sull'infermiere di quartiere.

"Chiediamo - spiega Onotri - che parte dei finanziamenti previsti dal decreto proprio per l’assunzione degli infermieri vengano investiti nell’accordo collettivo nazionale per la medicina generale e negli accordi integrativi regionali per permettere a medici di medicina generale, che lavorano in gruppo o in équipe o in aree disagiate, di potere assumere direttamente e poter, così, offrire a loro pazienti un'assistenza territoriale integrata".

"Per la scarsità di risorse e d’investimenti sulla medicina generale e per stipendi non congrui rispetto ai costi da sostenere - ricorda Onotri - solo una piccola percentuale di medici, circa il 30%, ha avuto la possibilità di assumere un infermiere", dice Onotri ricordando che la mancanza di personale di studio, secondo alcune stime, "riguarda il 50% degli studi medici italiani".