Ok Corte Conti a bilancio Enpam 2018-2020, 'contenere spesa personale'

  • Univadis
  • Adnkronos Sanità
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Roma, 20 apr. (Adnkronos Salute) - La Sezione controllo enti della Corte dei conti, con delibera n. 38/2022, ha approvato la relazione sulla gestione 2018-2020 dell’Ente nazionale di previdenza e assistenza medici e odontoiatri (Enpam), oggi fondazione vigilata dai ministeri del Lavoro e dell’Economia, raccomandando "misure di contenimento della spesa" per gli organi statutari e del personale. Ciò nonostante i primi siano in diminuzione del 5% annuo (3.318.761 euro nel 2020 contro i 3.895.961 del 2017) e i secondi nel 2020, pari a 39,82 milioni, siano in lieve calo sul 2019 ma più elevati del 6,71% sul 2017 e del 6,62% sul 2018, in virtù del nuovo contratto collettivo di lavoro, del pagamento degli arretrati e dell’aumento di personale (+44 unità nel 2020, con 36 cessazioni.

Il risultato di esercizio (1.164.767.173 euro nel 2017) - si legge in una nota della magistratura contabile - cresce nel 2018-2019, scendendo nel 2020 a quota 1.222 milioni (-29,75%). Il patrimonio netto, in aumento nel triennio, supera i 24 miliardi a fine 2020. In aumento, sempre nel triennio, i debiti: nel 2020, crescono del 14,17% rispetto al 2017, attestandosi a 212,26 milioni per l’incremento dei debiti tributari e verso banche e iscritti, pur con piena copertura anche in riferimento alle disponibilità liquide.

In continua flessione il rapporto numero iscritti/pensioni erogate (2,64 nel 2020, contro 3,01 nel 2017). In calo anche l’esposizione (inizialmente rilevante: 3 miliardi di euro fra il 2001 e il 2009) sul mercato dei titoli strutturati (65 milioni di euro a fine 2020, contro i 176 del 2017), relativa ad un’obbligazione in scadenza nel luglio 2021 e, pertanto, riclassificata, nel 2020, nell’attivo circolante.

Le proiezioni 2018-2067 del nuovo bilancio tecnico 2019 mostrano un saldo previdenziale negativo nell’arco 2027-2040, poi positivo fino a fine periodo e con saldo totale altalenante ma sempre positivo. In costante crescita il patrimonio complessivo. La Corte ha raccomandato il monitoraggio degli eventuali scostamenti tra le ipotesi e gli effettivi andamenti, con interventi conservativi dell’equilibrio di medio e lungo termine.

Quanto a Enpam Real Estate srl, attiva nel settore immobiliare e con Enpam azionista unico, la Corte ha evidenziato la variabilità dei risultati di esercizio, con utili decrescenti nel 2016 e 2017 ed una perdita in significativo aumento nel triennio in esame (dai 663mila euro del 2018 ai 7,91 milioni del 2020).

La messa in liquidazione, nel 2016, di Enpam Sicura srl (attiva dal 2015 nell’assistenza sanitaria integrativa), con totale svalutazione della relativa partecipazione ed onere imputato a conto economico di 1,6 milioni di euro - conclude la nota - ha dato il via ad un’azione risarcitoria in sede civile da parte della Fondazione Enpam contro l’ex presidente di Enpam Sicura, per la quale si è sottoscritta (luglio 2021) definizione transattiva della controversia.