Nuove informazioni sul dosaggio di baricitinib nell’artrite reumatoide


  • Agenzia Zoe
  • Sintesi della letteratura
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Messaggi chiave

  • Il dosaggio di bariticinib più efficace per il controllo dell’artrite reumatoide (AR) è 4 mg/die.
  • Molti dei pazienti che con questo dosaggio hanno ottenuto un buon controllo della malattia mantengono il controllo anche quando il dosaggio è ridotto a 2 mg/die.
  • Nei pazienti che assumono il dosaggio ridotto si osserva un piccolo ma significativo aumento dell’attività di malattia.
  • La maggior parte dei pazienti in cui il dosaggio ridotto non è efficace possono tornare a un buon controllo della malattia assumendo nuovamente 4 mg/die di baricitinib.

 

Descrizione dello studio

  • Lo studio RA-BEYOND è l’estensione di 4 studi di fase 3 sull’efficacia di baricitinib nell’AR.
  • I pazienti che, dopo aver ricevuto baricitinib (4 mg una volta al giorno) per almeno 15 mesi, avevano una bassa attività di malattia o erano in remissione sono stati randomizzati in cieco per continuare lo stesso trattamento o per ridurre il dosaggio di baricitinib a 2 mg una volta al giorno.
  • Se necessario i pazienti potevano tornare al dosaggio più alto.
  • Sono state valutate efficacia e sicurezza del trattamento a 48 settimane.
  • Lo studio RA-BEYOND è tuttora in corso (durata complessiva 10 anni), i risultati si riferiscono ai primi 559 pazienti randomizzati.
  • Fonti di finanziamento: Eli Lilly and Company, Incyte.

 

Risultati principali

  • Nelle 48 settimane dello studio, molti pazienti avevano mantenuto una bassa attività di malattia (80% 4 mg; 67% 2 mg) o la remissione (40% 4 mg; 33% 2 mg).
  • La riduzione del dosaggio comportava un piccolo ma significativo aumento dell’attività di malattia a 12, 24 e 48 settimane.
  • La ricaduta era più rapida e più frequente se il dosaggio veniva ridotto (37% contro 23%; P
  • Nei pazienti che assumevano il dosaggio ridotto, il tasso di infezioni non gravi era più basso.
  • I tassi di eventi avversi gravi e di eventi avversi che portavano all’interruzione della terapia erano simili nei due gruppi.

 

Limiti dello studio

  • Per mantenere il mascheramento al trattamento non sono state effettuate radiografie durante lo studio, per cui potrebbero mancare informazioni sull’effetto clinico della riduzione del dosaggio.

 

Perché è importante

  • Le linee guida raccomandano che nei pazienti con AR che raggiungono un buon controllo della malattia siano fatti tentativi di ridurre il dosaggio dei farmaci modificanti la malattia.
  • I risultati di questo studio sono utili per i medici che vogliono prendere in considerazione la riduzione del dosaggio di mantenimento di baricitinib.