NSCLC periferico di piccole dimensioni: la sopravvivenza dopo la segmentectomia è migliore rispetto alla lobectomia in una sperimentazione di fase 3

  • Saji H & al.
  • Lancet

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Secondo la sperimentazione randomizzata e controllata JCOG0802/WJOG4607L, la segmentectomia, la tecnica chirurgica meno invasiva, è non inferiore in termini di sopravvivenza rispetto alla lobectomia nel tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) periferico di piccole dimensioni.

Perché è importante

  • La lobectomia è lo standard di cura per questa popolazione di pazienti dal 1960.
  • Questa è la prima sperimentazione randomizzata di fase 3 di questo tipo.
  • Gli autori sostengono che la segmentectomia “dovrebbe diventare la procedura chirurgica standard per questa popolazione di pazienti”.

Disegno dello studio

  • Sperimentazione di fase 3, di non inferiorità, randomizzata e controllata (n=1.106) della segmentectomia rispetto alla lobectomia nell’NSCLC in stadio clinico IA (diametro del tumore ≤2 cm; rapporto tra diametro di consolidamento massimo e diametro massimo del tumore >0,5), condotta presso 70 centri in Giappone.
  • Esito primario: sopravvivenza complessiva (overall survival, OS).
  • Finanziamento: National Cancer Center Research e Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare giapponese.

Risultati principali

  • Follow-up mediano di 7,3 anni.
  • I fattori clinicopatologici basali dei pazienti erano ben equilibrati tra gruppi.
  • La segmentectomia ha ottenuto una OS a 5 anni più lunga rispetto alla lobectomia (94,3% vs. 91,1%; HR=0,663; IC 95%, 0,474–0,927; P unilaterale <0,0001 per la non inferiorità; P=0,0082 per la superiorità).
  • Nessuna differenza tra gruppi negli esiti in termini di sopravvivenza libera da recidiva a 5 anni.
  • Il gruppo sottoposto a segmentectomia ha evidenziato un tasso più elevato di recidiva locale (rispetto alla lobectomia; 10,5% vs. 5,4%; P=0,0018).
  • Il gruppo sottoposto a lobectomia ha evidenziato un tasso più elevato di decesso a causa di altre malattie (rispetto alla segmentectomia; 63% vs. 47%).

Limiti

  • La valutazione dettagliata dell’intensità del trattamento per il secondo tumore primitivo non era fattibile.