NSCLC in stadio II: la lobectomia toracoscopica possiede un’efficacia simile a quella della chirurgia a cielo aperto

  • Yang CJ & al.
  • Ann Surg
  • 26/03/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) in stadio II sottoposti a lobectomia mediante toracoscopia video-assistita (video-assisted thoracoscopic surgery, VATS) ottengono tassi simili di mortalità a 30 giorni, riammissione in ospedale a 30 giorni e aumento dello stadio, con una durata del ricovero (length of stay, LOS) inferiore durante l’ospedalizzazione indice, rispetto a quelli sottoposti a lobectomia a cielo aperto.

Perché è importante

  • La VATS è stata utilizzata in modo insufficiente in questo studio e dovrebbe essere valutata più spesso per l’NSCLC in stadio II.

Disegno dello studio

  • 1.559 pazienti con NSCLC in stadio clinico T1–2, N1, M0 del National Cancer Database sottoposti a lobectomia mediante VATS (n=355) o chirurgia a cielo aperto (n=1.204) tra il 2010 e il 2012.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Complessivamente l’uso di VATS è aumentato del 36% durante lo studio, con un incremento ogni anno (19,4% nel 2010, 22,9% nel 2011 e 26,3% nel 2012).
  • Nessuna differenza significativa tra gruppi nei tassi di mortalità a 30 giorni, riammissione in ospedale a 30 giorni o aumento dello stadio dei linfonodi, ma il gruppo sottoposto a VATS presentava una LOS significativamente inferiore (5 vs. 6 giorni; P
  • La VATS non era associata a una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) a 5 anni peggiore nell’analisi multivariata (aHR: 1,08; P=0,39).
  • Il tasso di riduzione dello stadio dei linfonodi da cN1 a pN0 era maggiore con VATS rispetto a lobectomia a cielo aperto (27,8% vs. 21,3%; P=0,009).
  • I risultati dell’analisi basata sull’indice di propensione riflettono quelli della coorte complessiva.

Limiti

  • Studio retrospettivo.