NSCLC in stadio avanzato: chemioterapia + ICI migliorano l’efficacia della terapia di prima linea

  • Lung Cancer

  • Emily Willingham, PhD
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Nel tumore del polmone non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) in stadio avanzato, l’aggiunta di chemioterapia agli inibitori del checkpoint immunitario (immune checkpoint inhibitor, ICI), in particolare pembrolizumab o atezolizumab, migliora l’efficacia del trattamento di prima linea.
  • L’aumento dell’efficacia è più cospicuo nel caso della malattia non squamosa. 

Perché è importante

  • Gli autori di questa metanalisi di rete (network meta-analysis, NMA) di 12 studi di fase 3 affermano che i risultati rappresentano un “messaggio molto forte” che conferma nuovi standard di cura basati sull’evidenza per l’NSCLC in stadio avanzato.

Risultati principali

  • Sopravvivenza complessiva (overall survival, OS); 10 studi con combinazioni diverse rispetto alla sola chemioterapia, HR aggregati (IC al 95%):
    • chemioterapia + pembrolizumab, HR aggregato di 0,54 (0,46–0,64);
    • chemioterapia + atezolizumab (con/senza bevacizumab), 
      • HR stimato dalla NMA di 0,75 (0,59-0,94);
      • HR aggregato di 0,85 (0,75-0,95);
    • pembrolizumab in monoterapia, HR di 0,81 (0,71–0,93).
  • Secondo la NMA, pembrolizumab + chemioterapia sono migliori di tutte le altre opzioni: HR di 0,51–0,72.
  • Le analisi in base al sottotipo istologico hanno evidenziato risultati simili in termini di OS a favore di pembrolizumab + chemioterapia, così come le analisi in base allo stato di PD-L1 (≥50%,
  • Sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS); l’esito primario per gli stessi gruppi/sottoinsiemi favoriva anche in questo caso prevalentemente pembrolizumab o atezolizumab + chemioterapia.

Disegno dello studio

  • NMA dei dati pubblicati di 12 sperimentazioni cliniche di ICI con/senza chemioterapia (15 studi o presentazioni pubblicati), comprendenti 9.236 pazienti con NSCLC.
  • Finanziamento: nessuno.

Limiti

  • Le NMA prevedono alcuni confronti indiretti e devono essere interpretate con cautela.