NSCLC in stadio avanzato: aggiungere ablazione a microonde per una sopravvivenza migliore

  • Wei Z & al.
  • Eur Radiol
  • 14/02/2020

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • I pazienti affetti da tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) in stadio avanzato che ricevono ablazione a microonde (microwave ablation, MWA) più chemioterapia ottengono esiti in termini di sopravvivenza migliori rispetto a quelli trattati solo con chemioterapia, con eventi avversi (adverse event, AE) tollerabili.

Perché è importante

  • Sebbene la chemioterapia con doppietta a base di platino sia il trattamento di prima linea standard per i pazienti affetti da NSCLC senza mutazioni sensibilizzanti o con alti livelli di ligando 1 della proteina di morte cellulare programmata, alcuni studi suggeriscono che la sola chemioterapia ha raggiunto un plateau terapeutico.

Disegno dello studio

  • Sperimentazione di fase 3, multicentrica, randomizzata, controllata, in aperto.
  • Pazienti con NSCLC in stadio avanzato hanno ricevuto MWA seguita da chemioterapia (n=148) o sola chemioterapia (n=145).
  • Finanziamento: Commissione Nazionale per la Salute e la Pianificazione Familiare della Repubblica Popolare Cinese; altri.

Risultati principali

  • La sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) mediana era significativamente migliore nel gruppo sottoposto a MWA:
    • 10,3 rispetto a 4,9 mesi (HR=0,44; P
  • La sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana era significativamente migliore nel gruppo sottoposto a MWA:
    • non raggiunta rispetto a 12,4 mesi (HR=0,38; P
  • Il tasso di risposta obiettiva era simile tra gruppi.
  • L’89% del gruppo sottoposto a MWA ha ottenuto ablazione completa, con progressione locale osservata in 27 pazienti.
  • L’incidenza complessiva di AE era simile tra gruppi.
  • Il 76% del gruppo sottoposto a MWA ha riportato complicanze correlate all’ablazione, il 20% delle quali gravi.
  • In entrambi i gruppi non si sono verificati decessi correlati al trattamento.

Limiti

  • Lo stato mutazionale genetico era sconosciuto per la maggior parte dei pazienti.