NSCLC: i tumori maligni precedenti hanno un effetto variabile sulla sopravvivenza

  • Lung Cancer

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Un’anamnesi di pregresso tumore ha un effetto sulla sopravvivenza dei pazienti con tumore del polmone non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) di nuova diagnosi, ma l’effetto varia a seconda dello stadio dell’NSCLC.

Perché è importante

  • Le sperimentazioni cliniche sull’NSCLC spesso escludono i pazienti con un’anamnesi di pregresso tumore, contribuendo alla mancanza di dati sull’effetto di tumori maligni precedenti sugli esiti dei pazienti con NSCLC di nuova diagnosi.

Disegno dello studio

  • 821.323 pazienti adulti di 20–89 anni del National Cancer Database con diagnosi di NSCLC invasivo in stadio I–IV nel periodo 2004–2014.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Complessivamente, il 21,9% dei pazienti aveva un’anamnesi di tumori precedenti; la prevalenza è aumentata durante lo studio dal 19,1% al 23,5%.
  • I pazienti con NSCLC con un’anamnesi di pregresso tumore hanno evidenziato una sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) a 5 anni non corretta leggermente migliore (9,8% vs. 9,5%; P
  • L’anamnesi di pregresso tumore è associata a una OS peggiore nei pazienti con NSCLC in stadio I (42,22 vs. 53,95 mesi; P
  • Complessivamente, un’anamnesi di pregresso tumore era associata a una OS peggiore nel 51,4% dei pazienti, una OS migliore nel 32,3% e non evidenziava alcuna associazione significativa nel 16,3%. 

Limiti

  • Mancanza di dati sul tipo, lo stadio o il trattamento del tumore precedente.
  • Studio retrospettivo.