NSCLC con mutazioni di HER2: trastuzumab deruxtecan si rivela promettente nello studio DESTINY-Lung01

  • Li BT & al.
  • N Engl J Med

  • Univadis
  • Notizie di oncologia
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • Trastuzumab deruxtecan, un coniugato anticorpo-farmaco anti-HER2, si rivela promettente nel tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) metastatico con mutazioni di HER2 (HER2m) nella sperimentazione di fase 2 DESTINY-Lung01, con risposta obiettiva nel 55% dei pazienti.
  • La interstiziopatia polmonare, in base all’aggiudicazione, è risultata un evento avverso correlato al trattamento nel 26% dei pazienti, con 2 decessi.

Perché è importante

  • Mutazioni del gene HER2 sono legate a circa il 3% dei casi di NSCLC non squamoso e sono collegate a sesso femminile, anamnesi di non fumatore e prognosi infausta.
  • Questa sperimentazione dovrebbe aiutare a ottenere l’approvazione regolatoria di trastuzumab deruxtecan per l’NSCLC metastatico HER2m.
  • Un commento che accompagna l’articolo afferma che i risultati stabiliscono un “nuovo standard di cura”.

Disegno dello studio

  • Studio di fase 2, in aperto, a due coorti di 91 pazienti refrattari al trattamento standard trattati con 6,4 mg/kg presso 21 centri in Europa, Giappone e Nord America.
  • Esito primario: risposta obiettiva valutata mediante revisione centrale indipendente.
  • Finanziamento: Daiichi Sankyo, AstraZeneca.

Risultati principali

  • Risposta obiettiva del 55% (IC 95%, 44–55).
  • È stata osservata risposta in diversi sottotipi di mutazioni di HER2.
  • Durata mediana della risposta di 9,3 mesi (IC 95%, 5,7–14,7).
  • Sopravvivenza libera da progressione (progression-free survival, PFS) mediana di 8,2 mesi (IC 95%, 6,0–11,9).
  • Sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) mediana di 17,8 mesi (IC 95%, 13,8–22,1).
  • Il 46% dei pazienti ha evidenziato eventi avversi di grado 3 o peggiore.
    • Neutropenia (19% dei pazienti).
  • Interstiziopatia polmonare farmaco-correlata (26%) in base all’aggiudicazione di un comitato indipendente, con 2 decessi. 

Limiti

  • Disegno osservazionale, in aperto.
  • Mancanza di gruppo comparatore.