NSCLC allo stadio iniziale: la resezione sublobare è inferiore alla lobectomia nei tumori di grosse dimensioni

  • Stiles BM & al.
  • Eur J Cardiothorac Surg
  • 05/06/2019

  • Kelli Whitlock Burton
  • Univadis Clinical Summaries
L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano L'accesso ai contenuti di questo sito è riservato agli operatori del settore sanitario italiano

Conclusioni

  • La resezione sublobare (sublobar resection, SLR) per il tumore polmonare non a piccole cellule (non-small cell lung cancer, NSCLC) di grosse dimensioni, in stadio I, con linfonodi negativi (N0) è associato a un aumento del 27% della mortalità per qualunque causa e a un aumento del 57% della mortalità tumore-specifica.
  • Tuttavia, gli autori dello studio suggeriscono che l’alto tasso di sopravvivenza tumore-specifica dell’SLR può renderla un’opzione appropriata per i pazienti ad alto rischio con tumori in stadio N0 di grosse dimensioni con stadiazione accurata.

Perché è importante

  • Fino al 31% dei casi di resezione chirurgica di tumori polmonari con linfonodi clinicamente negativi avviene mediante SLR, sebbene manchino dati di sperimentazioni cliniche randomizzate che ne confrontino gli esiti oncologici rispetto alla lobectomia.

Disegno dello studio

  • 4.582 pazienti con NSCLC in stadio I N0 di dimensioni >2 cm – 5 cm dei database collegati Surveillance, Epidemiology and End Results e Medicare sottoposti a SLR (n=692) o lobectomia (n=3.890).
  • Seicentottantuno coppie di pazienti appaiati in base all’indice di propensione.
  • Finanziamento: nessuno rivelato.

Risultati principali

  • Dopo l’appaiamento, il gruppo sottoposto a SLR presentava una maggiore probabilità di non essere sottoposto ad asportazione dei linfonodi (44,1% vs. 7,5%; P
  • Dopo l’appaiamento in base all’indice di propensione, il gruppo sottoposto a lobectomia ha evidenziato una migliore sopravvivenza complessiva (overall survival, OS) a 5 anni (47% vs. 37%; P
  • La SLR era associata a un aumento del rischio di mortalità per qualunque causa (HR: 1,27; P=0,001) e di mortalità tumore-specifica (HR: 1,57; P=0,008).

Limiti

  • Disegno retrospettivo.